Lo sapevi che il calcare...

Pubblicato il 15/03/2017

Le incrostazioni calcaree si formano a causa della precipitazione dei carbonati, principalmente di calcio e di magnesio, in corrispondenza dell’aumento della temperatura dell’acqua. La bassa conducibilità termica del calcare (circa 100 volte inferiore a quella del ferro e circa 600 volte inferiore a quella del rame) fa in modo che esso si comporti come un ottimo isolante termico; per tale motivo, per arrivare allo stesso rendimento termico, è necessaria una temperatura al focolare più alta e dunque un maggior consumo di combustibile.

Le incrostazioni calcaree tendono a comparire, in maggior misura, sulle superfici metalliche di scambio termico (caldaia, scambiatori) e con spessori molti dosuniformi, il che comporta grosse variazioni di temperatura da punto a punto delle superfici di scambio, con sollecitazioni e stress differenziati del metallo.

In tal modo l’impianto innanzitutto dura di meno; inoltre esso richiede con maggiore frequenza interventi di riparazione e o sostituzione di componenti.

Il lavaggio chimico della tubazione dell’acqua calda sanitaria si rende necessariao per ripristinare la portata dell’acqua calda dai rubinetti, dopo che il lavaggio chimico della caldaia non ha risolto il problema della scarsa pressione dell’acqua calda che esce dai rubinetti.